William Cullen Bryant

William Cullen Bryant (3 novembre 1794 – 12 giugno 1878) è stato un poeta e giornalista americano.

Nacque a Cummington, nel Massachusetts, secondo figlio di Peter Bryant, un importante medico. I suoi antenati, da entrambe le parti, arrivarono con il Mayflower. Educato al Williams College, studiò legge a Worthington e a Bridgewater e fu ammesso all’albo degli avvocati nel 1815.

Interessato alla poesia fin dall’infanzia, il suo primo lavoro pubblicato fu un libro di versi, The Embargo (1808) e la sua prima opera acclamata dalla critica fu il poema “Thanatopsis” (1817), apparso sulla North American Review. Scrivendo in uno stile romantico inglese e celebrando la campagna del New England, il suo lavoro fu ben accolto. Scrisse anche “Lines To a Waterfowl”. Tra le sue poesie più note vi sono anche The Rivulet, The West Wind, The Forest Hymn, The Fringed Gentian.

Lavorò come avvocato a Northampton, Plainfield e Great Barrington fino al 1825, quando si sposò e si trasferì a New York e lavorò per la New York Review e poi per il New York Evening Post.

Dapprima redattore associato, divenne redattore nel 1829 e rimase in quella posizione fino alla sua morte, forza trainante di un giornale liberale e letterato che era fortemente antischiavista.

Bryant fu un attivista politico per tutta la vita, inizialmente come sostenitore del Free Soil Party e, più tardi, come fondatore del Partito Repubblicano. Fu un fervente sostenitore della candidatura di Abraham Lincoln alle presidenziali del 1860.

Negli ultimi anni, Bryant si dedicò alla traduzione e all’analisi di opere greche e latine antiche, come l’Iliade e l’Odissea di Omero.

Bryant morì nel 1878 per le complicazioni di una caduta accidentale.

La musa di Bryant è tenera e aggraziata, pervasa da una malinconia contemplativa e dall’amore per la solitudine e il silenzio dei boschi. Benché fosse stato educato ad ammirare Pope, e nella prima giovinezza lo avesse imitato, fu uno dei primi poeti americani a liberarsi dalla sua influenza. Aveva un alto senso del dovere, era un cittadino importante e patriottico, e godeva della stima e persino della riverenza dei suoi concittadini.

Da: Breve dizionario biografico della letteratura inglese. Una raccolta di biografie di scrittori, a cura di John W. Cousin.