Walt Whitman

Walt Whitman nacque il 31 maggio 1819 sulle West Hills di Long Island, a New York. Sua madre, Louisa Van Velsor, di origine olandese e di fede quacchera, che lui adorava, era appena alfabetizzata. Non lesse mai le sue poesie, ma gli diede un amore incondizionato. Il padre, di stirpe inglese, era un falegname e costruttore di case, nonché un severo disciplinatore. La sua principale attestazione di fama fu l’amicizia con Tom Paine, il cui pamphlet Common Sense (1776), che esortava i coloni ad abbandonare la dominazione inglese, era presente nella sua scarsa biblioteca. Non è certo che il padre abbia letto le poesie del figlio, o che le avrebbe capite se le avesse lette. L’anziano Walt era troppo oberato dalla lotta per mantenere la sua famiglia, sempre più numerosa, composta da nove figli, quattro dei quali disabili.

Il giovane Walt, secondo di nove figli, fu ritirato dalla scuola pubblica all’età di undici anni per aiutare a mantenere la famiglia. A dodici anni iniziò a imparare il mestiere di tipografo e si innamorò della parola scritta e stampata. Era principalmente un autodidatta. Leggeva voracemente, e già da giovane conobbe Omero, Dante, Shakespeare e Scott. Conosceva a fondo la Bibbia e, da poeta inebriato da Dio, desiderava inaugurare una religione che unisse tutta l’umanità in legami di amicizia.

Walt Whitman divenne un innovativo insegnante di scuola prima di diventare un giornalista a tempo pieno. Fondò un giornale, il “Brooklyn Freeman”. Tra il 1848 e il 1855 pubblicò la sua principale opera poetica “Foglie d’erba”. Quest’opera poetica colpì profondamente Emerson, che fu pieno di gratitudine per aver ricevuto una copia di quest’opera monumentale.

Estratti selezionati da Walt Whitman

Tutte le verità attendono in tutte le cose, non affrettano il proprio parto né vi si oppongono, non hanno bisogno del forcipe ostetrico del chirurgo…”.

Io sono il poeta del corpo e sono il poeta dell’anima… In un altro punto egli canta: Ho detto che l’anima non è più del corpo.

L’anima è sempre bella, appare di più o appare di meno, viene o rimane indietro, viene dal suo giardino fiorito e guarda piacevolmente se stessa e racchiude il mondo…